venerdì 16 giugno 2017

|#StillZitello - Storie di quotidiana gaytudine|
A chi troppo...




Quando sei single da così tanto tempo che anche i tuoi amici ti hanno soprannominato Lumière, la tua mente può volgere automaticamente a due strade distinte. La prima è quella che conduce ad una sorta di misticismo per cui non ti importa più nulla delle relazioni e vivi in un equilibrio tutto tuo, ma di questo parliamo un'altra volta; la seconda strada è che inizi a farti film sulle altre coppie. Ma film che Almodovar sta ancora tentando di crackare Moviemaker in confronto.
E film tendenzialmente horror/thriller
Quando vedi una coppia inizi a fare scommesse con te stesso su quanto resteranno ancora assieme, su chi tradirà per primo, su chi ha un account segreto su una chat d'incontri qualunque. 
E tutte le coppie ti sembrano brutte. Specie quelle che si accordano per avere lo stesso colore di calzini a vista.
Parte di queste scene inventate dalle tue sinapsi sono chiaramente ispirate alla tua esperienza, ché lo sappiamo tutti che una relazione non è sempre rose e fiori, ma un'altra parte c'è un'altra ragione.
Starete pensando che si tratti di puerile gelosia per la felicità altrui, e invece no.
Tutt'altro. Si tratta di indigestione.
Un rigetto per le coppie. Una costipazione da inciucio amoroso.
Ve la spiego meglio. 
La fauna amorosa è composta da una sconfinata tipologia di coppie: da quelle semplicemente felici appunto, a quelle che funzionano proprio per i tremila problemi con cui si tengono incollati. E poi ci sono quelle strane unioni con più scheletri nell'armadio che in casa Frankenstein.
Eppure funzionano, più o meno.


Gira voce ad esempio che il primo ed immagino unico tronista gay di Uomini e Donne stesse ancora col suo ex fidanzato chico latino mentre partecipava al programma e sceglieva un altro ragazzo sotto l'occhio vigile di tante ragazzine che ormai hanno perso ogni senso del pudore per difendere la coppia. Il chico latino però non ha più digerito di restare nell'ombra quando a lui spettava lo scettro di primo fidanzato e son finiti per tirarsi i capelli virtualmente su Instagram
Ora a noi di tutta questa storia non ci interessa nulla, se sia vera o no, poco importa. Ma la faccenda mi ha fatto riflettere su quello che in coppia sappiamo e decidiamo di sopportare
Una sequela di compromessi che i single hanno scelto di non tollerare.
Secondo me l'incastro perfetto è più raro di un servizio di Studio Aperto che non parli di quanto faccia caldo quando fa caldo. I pezzi del puzzle emotivo tendono ad essere sempre un po' ballerini, o troppo lenti, o troppo stretti o restano comunque sghembi. Sopraggiungono quindi i compromessi che tengono tutto insieme, mantecano il rapporto.
Ovviamente con "compromessi" non intendo cose tipo mettersi d'accordo su chi deve fare la fila alla posta per pagare l'IMU, o di iscrivervi in palestra insieme anche se a te della prova costume frega più o meno cazzi.
Intendo robe importanti.
Tipo andare a vivere lontano da sua madre, che per carità, carina e simpatica, ma non vuoi ti spunti in casa al mattino quando sei appena sveglio, nudo e con le caccole agli occhi.
Ogni coppia trova un suo equilibrio insomma, ma poi ci sono quegli equilibri che mi creano delle perplessità. E lo so che non dovrei nemmeno averle queste perplessità, che sono fatti degli altri, ma le mie sono perplessità sincere e genuine, appena colte dall'orto della malizia, e poi se un single non può nemmeno sparlare delle altre coppie che gli resta da fare nel tempo libero? Pettinare i parrucchini di Sandro Mayer? Ecco appunto.
Tipo mi sono sempre chiesto come funzionano le coppie aperte, ma proprio all'atto pratico.
Le coppie aperte sono quelle in cui i componenti, di comune accordo, decidono che possono scambiarsi fluidi corporei anche con terzi. Terzi che sono esterni alla coppia e non scalfiscono l'unione sentimentale. 
Un modo per non avere sempre la stessa minestra riscaldata, ma passare dai tagliolini, ai cannelloni, dalle penne, rigate e lisce, alle mezzemaniche per finire con i bucatini. 
Quindi niente più "che noia, che barba", ma vai di samba fra le lenzuola.


Ma io mi chiedo, come fate? Dove lo trovate il tempo?
Quando riuscite ad applicarvi per queste attività extra curricolari
Già gestire una relazione è sfiancante, avere una relazione che funzioni è doppiamente stancante, perché non è che puoi lasciare che le cose vadano a random e che, per abitudine a non dormire soli, si stia ancora insieme. 
Ma dico, siamo sempre impegnati, con le agende sul cellulare piene di appuntamenti, stiamo sempre in fila, bloccati nel traffico, al supermercato, a lavoro, in palestra, bloccati dagli imprevisti o semplicemente bloccati con la schiena.



Insomma in tutta questa baraonda dove lo trovate il tempo per procacciare qualcun altro con cui rotolarvi ormonosamente?
E soprattutto, con questo caldo con quale voglia riuscite a soddisfare da due a più persone?
Sono solo io che non ho tempo nemmeno per strappare in malo modo la congiunzione delle due sopracciglia, figuriamoci avere il tempo (e la pazienza) per stare appresso una relazione e contestualmente ad un harem?
Immagino di sì.
La cosa si fa più complicata quando oltre allo scambio di fluidi, ci si scambia anche le fedi sull'altare. Leggevo infatti che in Colombia tre uomini sono convolati a nozze formando una famiglia poliamorosa
Si amano tutti e tre e io solo a leggerlo sono stanco per loro
A parte che miei cari colombiani poliamorosi, mi sembra un po' egoista da parte vostra. Ci sono orde di single che aspettano l'uomo (o la donna) della propria vita e poi arrivate voi che giocate a rubamazzetto.


Cari sposi colombiani, io vi avverto: i vostri amici single si vendicheranno. 
Già trovare una sola persona da amare e che ricambi sinceramente questo sentimento è più difficile che entrare da H&M durante i saldi ed uscirne illesi. E già la monogamia è complicata, non riesco ad immaginare una relazione con più traffico di una rotonda all'ora di punta.
O forse dovrei dire che già trovare una persona che mi sopporti è difficile, figuriamoci due. 
Già immagino le litigate a tre, la scelta della casa a tre, la spesa a tre, incolpare chi non ha portato fuori l'immondizia a tre. E immagino il panico quando la vicina ti dice che ha visto tuo marito parlare fitto fitto con un altro e tu non sai se fare una scenata a tutti e due, 'ndo cojo cojo, o fare ponte ponente ponte pì. E mi sento male a pensare quando si troveranno a dover scegliere non uno ma due regali di natale.
No, troppo complicato per me, troppi compromessi.
L'amore è bello in tutte le sue forme, ma l'unica ragione per cui potrei stare in una coppia aperta o poliamorosa è avere più piatti da cui rubare sushi e patatine fritte.





41 commenti:

  1. Molta carne al fuoco in questo post. Io semplificherei il tutto dicendo che conta il tuo stato d'animo: se stai bene single al momento e non te ne importa di avere una relazione va bene così, diverso se ci soffri. E poi ancora esistono due tipologie di single: quelli monaci e quelli che qualche flirt occasionale ce l'hanno. Anche lì è una scelta soggettiva. Tutto però alla fine si riconduce ad una semplice domanda: stai bene nella condizione in cui ti trovi o no? Dal post si potrebbe evincere come tua risposta un "Sì con riserva". (lo dico simpaticamente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniele!
      In realtà #StillZitello è più che un voler prendere una posizione su che tipo di single io sia. Direi che è quasi una saga attraverso il quale racconto i tantissimi aspetti della vita prima, durante, e dopo una relazione. Sono ovviamente mie opinioni, a volte tratte da esperienze dirette. È più di uno star bene o star male in questa "condizione", ma allo stesso tempo è anche meno, visto che molte volte mi limito ad osservare. Per capire meglio qui e quitrovi gli episodi precedenti, se ti va.

      Elimina
    2. Grazie per essere passato :)
      Ci saranno quasi sicuramente altri episodi

      Elimina
  2. Oh Dio mio Pier, quanto ti adoro.
    Mi hai fatto scompisciare dall'inizio alla fine. Ma proprio tanto eh, da farsi male alla pancia.
    Torno in me giusto per scriverti due righe sennò pensi che sono morta dal ridere e invece, nonostante tutto, ancora respiro :D
    Sono riflessioni un po' ciniche per certi versi ma nelle quali mi rivedo. Stare in coppia e starci bene è un lavoro serio, che un po' ti prosciuga :D chi dice che tutto è rose e fiori mente o ancora deve scoprire qualche altarino. I problemi ci sono, le incazzature anche, i compromessi che te lo dico a fare. La cosa buona è che in rari casi ne vale la pena. Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere averti fatto fare una risata :D
      Che ne valga la pena è assodato anche per me, nonostante il mio cinismo di visione ;)

      Elimina
  3. Pier, che tu sia single, in tre, in cinque, in due, in due ma aperti, in due a distanza... come diceva Woody Allen, basta che funzioni!
    Un abbraccio! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio non so se mi piace come frase. Sembra un "anche raffazzonato basta che stiamo insieme". Insomma per me Allen non ne fa né ne dice una giusta XD

      Elimina
  4. Ad ogni punto del tuo post ho appuntato mentalmente una parte del commento ma poi due parole son balzate ai miei occhi e...e niente, il resto l'ho scordato!
    La prima è stata "coppia aperta" (ok solo queste sono 2 parole); un compagno di scuola del mio uomo vive proprio una relazione simile. O meglio, lui e lei sono in realtà SCAMBISTI.
    Ecco, in otto e più anni che li conosco (di vista!) mi son sempre chiesta come minchia riescano a stare insieme facendo questo "sport".
    Cioè, se tu li vedi pensi che siano uno perso dell'altra e potrebbe anche esser vero, ma poi loro stessi ammettono con calma serafica di fare scambio di coppia praticamente dal primo mese in cui stanno insieme.
    Ora, siamo chiari: come dici tu già è difficile dover stare dietro un solo partner sia sotto l'aspetto sessuale che psicologico..ma stare dietro a partner diversi contemporaneamente come diamine è possibile?! o.O Che sia questa, in realtà, l'unica soluzione per vivere una relazione felice?
    Che non ci sia reale amore dietro la ricerca di qualcun altro che ci soddisfi anche per pochi minuti?
    Mistero.

    Comunque, al di là di ciò, se ti consola anche io guardo le altre coppie e mi chiedo sia come facciano a stare insieme che quanto tempo possano o meno durate :D E' nella nostra natura, ammettiamolo! Anzi, chissà in quanti han quotato la fine della mia storia!
    E' insito in noi odiare o comunque criticare ciò che ci sbandiera ai quattro venti una perfezione farlocca.
    Non è esser single o esser cattivi. Semplicemente siamo fatti così.


    In fine...l'altra parola balzata alla mia attenzione è stata SUOCERA.
    Ecco, se si raggiunge un compromesso riguardo questo scottante tema, si può esser certi di aver trovato veramente l'altra metà della mela. Specie se lui è figlio unico!! =°°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo molte persone, cercare altre persone mentre si è in coppia, è quasi fondamentale per l'equilibrio psicofisico. Non sono gli unici insomma questi scambisti :D

      È vero, criticare è nell'animo umano, altro che singletudine ;)

      Ti confesso che il fatto della suocera è quasi successo, non era esattamente una invenzione! xD

      Elimina
  5. Pier niente di raffazzonato, non è detto che se una situazione non va bene per noi non debba andare bene per altri, ecco il senso del "basta che funzioni"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo siamo d'accordo, infatti parlavo di equilibri. Ma ero curioso di capire questi equilibri :)

      Elimina
  6. Ho scoperto un programma che si chiama Polyamory su Cielo, dopo le repliche di Twin Peaks.
    E infatti come te mi chiedo: come cazzo fanno?
    Che poi quasi sempre si tratta di bisessuali che vogliono soddisfare entrambi i loro piaceri, e quindi combinano con maschi e femmine (o uomini e donne, per rimanere in tema tv trash).
    Ci credo poi che nessuno si fida dei bisessuali, se li disegnano così.

    Io ora voglio lavorare per stare in coppia in modo tranquillo. Non pressante, non libero, ma tranquillo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha poveri bisessuali! Però nel caso in Colombia abbiamo tre uomini, come lo spieghi?

      Ho capito il tuo concetto di coppia tranquilla, un equilibrio, un compromesso di libertà.

      Elimina
  7. Pier ma tu lo hai mai visto Vicky Cristina Barcellona? E´ la versione film del tuo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aedes! Non l'ho visto ma se mi dici così lo recupero subito :D

      Elimina
  8. "Quando sei single da così tanto tempo che anche i tuoi amici ti hanno soprannominato Lumière..."
    Mi spieghi il nesso logico fra Lumière e l'esser single? Non capisco :-o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lumière è il personaggio de La Bella e la bestia. Sai che significa "reggere il moccolo?" XD

      Elimina
    2. "Lumière è il personaggio de La bella e la bestia."
      Ah sì. Me n'ero scordato.
      In Walt Disney è il candeliere con l'accento francese, giusto?
      "Reggere il moccolo a qualcuno: essere presente alle effusioni di due innamorati."
      Che è poi simile all'espressione "Reggere il candeliere", ossia "assistere agli amori altrui favorendoli o a qualche fatto con indifferenza".
      Hm.

      Elimina
    3. Ad ogni modo: meglio soli che male accompagnati, ragazzo! Te lo dice uno che è solo da sempre! A parte qualche goffo tentativo che più goffo non si può...

      Elimina
    4. Vedo che hai fatto una disanima di una parola :D

      Comunque sul meglio soli o accompagnati non ho detto nulla, ma mi fido :D

      Elimina
  9. Io sono in coppia da 13 anni,e malgrado la rarissima ma inevitabile noia che a momenti arriva,resisto stoicamente a non fare cazzate,perchè so quanto vale quel che ho a casa ;)
    Io i scambisti non li capisco.Cioè si divertiranno di più in un certo senso,ma a me l'idea che qualcuna mi tocchi l'uomo mi manda via di testa
    :( e riguardo alla famiglia poliamorosa... DUE SUOCERE?naaaaah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi se scazzi quello che hai già, come sistemi le cose!? È difficile.
      Non ci avevo pensato... due suocere è un incubo :O

      Elimina
  10. Ma io vivo davvero nel mondo delle favole, la relazione POLIAMOROSA non l'avevo mai sentita :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io.
      A casa mia si parla di "relazione poligama" o di "poligamia" tout court.
      Eh, le mode...

      Elimina
    2. In realtà c'è una differenza: poligamia si intende generalmente contrarre nozze con più persone del sesso opposto. Per relazione poliamorosa non è invece strettamente legata al matrimonio.

      Elimina
  11. Tu mi fai morire... hai espresso il tuo pensiero con ironia e sarcasmo così raffinati che... boh, non lo so. Ho adorato leggere questo post e basta. Comunque su Real Time facevano un programma sulle coppie strane e c'era una coppia a tre con un uomo e due donne. Praticamente lui aveva tradito la moglie, la quale, conosciuta la "rivale" si è invaghita di lei e anche la "rivale" gradiva e quindi l'uomo se le faceva entrambe e ogni donna stava con l'uomo e con l'altra. Avevano anche dei figli che chiamavano entrambe mamma e credo che nel programma tutte e due fossero incinte contemporaneamente... cioè, roba da matti.
    Io ho una relazione CHIUSA da più di 8 anni, odiamo l'abitudine, cerchiamo di non caderci mai, e scendiamo a compromessi, altrimenti con i nostri due caratterini saremmo finiti da un pezzo. Non so se abbiamo dei gravi scheletri nell'armadio, suppongo di no... anche perché sono così sospettosa che lo avrei scoperto e a quel punto avrei fatto diventare lui con le mie mani lo scheletro dentro il mio armadio eheheheheh..... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (per relazione chiusa intendevo stabile e non aperta... mi rendo conto solo ora che è fraintendibile con "relazione finita", quindi fraintendendo e continuando a leggere il commento si poteva pensare WTF??????? XD)

      Elimina
    2. Tranquilla avevo capito e anche apprezzato quel "chiusa" scritto grande tipo "è solo mio e se ti avvicini ti spezzo le braccia" 😂

      Elimina
  12. Mi fai morire dalle risate....difficile gestire altre due persone, ma vuoi mettere pure il doppio dei parenti??!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, poi alle feste dove la metti tutta sta gente?! Un incubo 😱

      Elimina
  13. Da tanti anni sono giunta alla conclusione che non basta l'amore a tenere unita una coppia.
    Io amavo immensamente il mio ex eppure non ha funzionato perché c'erano delle cose di lui che proprio non mi andavano giù, non riuscivo a digerirle e riuscivano a tirare fuori il lato peggiore di me.

    Non fidarti di chi dice che se c'è l'amore c'è tutto: sta mentendo.

    Oltre all'amore ci vuole quel qualcosa che non so come si chiama ma che, semplicemente, non ti fa pesare più nessun compromesso, nessun difetto.
    Le serate sono perfette anche quando ci siete solo voi due, una pizza e un film.
    Gli altri diventano il contorno del vostro mondo.

    Quando trovi quello così, ecco, non lasciartelo scappare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È che secondo me c'è ovviamente un limite ai compromessi che possiamo accettare: se questi superano l'amore che proviamo finiscono per oscurare tutto.

      Se lo trovo, lo saprete tutti :D

      Elimina
  14. No, no, no, no, no, no, no, no, no. NO. NO.
    NO proprio NO Pier. No.
    Non so da dove cominciare se non dal NO.
    Cioè la coppia aperta?Coppia aperta?
    Non mi inquieta tanto la storia del "non sopporto un fidanzato, immagina due!", quanto la storia del "amore, stasera esco con Tizio e probabilmente gli concederò di bere dalla mia sacra fonte proprio nella nostra macchina, sul sedile dove tu ti siedi ogni giorno", "divertiti tesoro, io mi accompagnerò con Caia tutta la notte. Anzi, quasi se facciamo in tempo ci incontriamo tutti e quattro e ci facciamo felici e contenti!".
    Cioè NO. Ma come si fa a stare con qualcuno ed essere d'accordo e tranquilli nel sapere che sta anche con qualcun altro?A me fa venire proprio il voltastomaco l'idea che qualcuna possa solo sfiorarlo e questi se li scambiano a mo' di figurine, bleah. Io non lo concepisco così l'amore. Forse giudico troppo ma personalmente credo se sei d'accordo a condividere la persona che ami in questo modo allora semplicemente non la ami. Io farei una strage anche solo se al mio fidanzato venisse in mente di propormela una roba simile -.-. I rapporti si ravvivano facendo cose insieme, non facendole insieme ad altri :-O

    Comunque se ti consola neanche io che sono felicemente fidanzata un pochino gioco al "chi dei due tradisce?!", il ché è un pochino un controsenso perché magari qualcuno lo pensa di me e lui (anzi, SICURAMENTE essendo pure lontani c'è chi avrà puntato scommesse già dal primo mese xD) però credo che sia una cosa normale, alla fine. Soprattutto quando si comincia a frequentare spesso la coppia e magari a notare cose che per loro sono normali e per noi no (tipo quello che vedo di alcune mie amiche che boh...!). C'è anche da dire che alla fine se non si è dentro la coppia personalmente, sarà sempre impossibile capirne gli equilibri, perché appunto non si vivono le cose che vive lei...

    (E comunque ti posso assicurare che nel caso nella mia di coppia a tradirmi dovesse essere lui, ve ne accorgereste tutti dai fiumi di sangue suo sparsi per tutta Italia dalla sottoscritta xD )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i fiumi italiani diventeranno rossi, sapremo perché XD

      Vedo che questa cosa delle coppie aperte ti ha turbata :D Sono d'accordo con te in linea generale, nel senso che anche io unisco sfera sessuale a sfera affettiva. Però il nodo di chi invece le coppie aperte le apprezza è proprio questo: dividere la sfera sessuale da quella affettiva. Immagino che le più attente dividano anche gli spazi, per cui l'esempio della macchina (anche qui, non so come facciano XD).

      Elimina
    2. Si, sono turbata. Quindi ora litigherò immotivatamente con il mio fidanzato perché tanto voi ragazzi siete sempre colpevoli xD

      Elimina
    3. ahahaha una lite preventiva. Nel dubbio XD

      Elimina
  15. Il matrimonio a 3 mi ha stressata solo a leggerlo, figuriamoci a viverlo! XD Comunque hai ragione, anche io mi chiedo sempre: ma la voglia di stare li a fare scambi di coppia o anche tradire, ma chi glielo fa fare, che già è difficile tenerne una di relazione?! Speriamo di entrare presto nel team #NoMoreZitella/o ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo sì :D
      Comunque è anche possibile che la gente abbia tanto tempo libero o siano tutti super organizzati e l'unica ciofeca sia io XD

      Elimina
  16. Scherziamo? Tre??? Io sono già pigra a sostenere me, figuriamoci altre due persone. No, per quello bisogna avere una preparazione di base fatta di palestra cinque volte a settimana e predisposizione all'estroversione; e io non ho nessuna di queste due capacità. Futuro da single, eccomi!

    Alice

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...