venerdì 3 marzo 2017

{Aggiornamento #62}
Sesso, droga e contraddizioni



Febbraio è una sveltina, passa in fretta e non sempre è soddisfacente. 
Ma passa, arriva Marzo e questa è una buona cosa, a secondo dei punti di vista. 
Arriva la primavera, anzi dicono che climaticamente sia già arrivata, e sono tutti contenti perché si sono scordati dell'allergia, della sonnolenza, e anche degli ormoni, per restare in tema. Che pare che l'accoppiamento sia un obbligo necessario e che tutti ti chiedano se hai già trovato con chi aprire le danze nella stagione degli amori. Non lo sanno che le relazioni estive non arrivano al pandoro?
E poi non voglio fare la fine di Jennifer Aniston. Se hai scritto "ex" prima del tuo nome, non voglio sentirti più, ma se mi scrivi, sono rughe e perplessità, non si vive bene.
Ma poi chi li manda più gli sms? 
Comunque vista la pioggia dei giorni scorsi, e visto il freddo che sento mentre vi scrivo, non credo molto alla primavera in anticipo e non mi va di citare Laura Pausini.
Certo, le giornate più lunghe sono una bella invenzione, soprattutto per farti sentire in colpa nella tua procrastinazione.
Guarda, hai più ore di luce per far ancora più cose cose, cose che però stai solo pensando di fare e nella realtà non stai facendo.
Ognuno ha le proprie contraddizioni.
Tipo me che penso di far le cose che dovrei fare, ma poi agisco come se fregasse cazzi di tutto, per restare in pendant con la mia risposta di ieri a quegli account che ti vogliono vendere i follower.
Oppure me che penso che dovrei leggere di più e invece sono lento, e un libro non lo finisco mai. Sto leggendo Rosso Istanbul, di Ozpetk al momento. È stato un regalo di Natale, e capite il dramma di aver bisogno di due mesi per finire un libretto da un centinaio di pagine. Ieri sera è anche uscito il film di cui sono molto curioso. 

Oppure sempre me, che penso che sarebbe meglio mettere da parte qualche spicciolo per, ad esempio, un nuovo telefono (le puntate precedenti) che non decida in maniera arbitraria ed ignota di non ricaricare la batteria (ed altre stramberie) per più farti esplodere le vene in fronte per 24 ore consecutive, e invece mi lancio in acquisti discutibili e meno necessari, che poi vi ritroverete in qualche post.
Alla fine siamo un paese fatto di contraddizioni
Un paese in cui ci sono tanti medici obiettori di coscienza, che si dichiarano strenuamente contrari all'aborto, almeno quello in strutture pubbliche, e poi ci sono quelli che invece di salvare quelle vite che tanto osannano, non c'hanno proprio voglia. Un timbro e via, a giocare a tennis
Un paese che tiene tanto alla vita umana, ma poi no, le madri surrogato no, l'adozione ai single no, lasciamo i bambini per strada; l'eutanasia no, finché non diventi una larva e anche allora no, nemmeno, ci spiace.
Succede una cosa giusta, che un giudice della corte d'appello di Trento dichiara genitori due uomini che sono ricorsi alla maternità surrogata all'estero, e che in Italia non avevano riscontri legali. In sintesi estrema, per il giudice non importa come tu sia venuto al mondo, ma è importante che chi ti ha cresciuto ed accudito l'abbia fatto degnamente, forse anche meglio di chi ha potere "generativo". 
Però non tutti ci arrivano, e non è che possiamo star lì a spiegarci sempre, no?
No, infatti. Troppa energia e troppo sforzo, e qui basta un attimo di pausa che arriva Lady Gaga a soppiantarti, che sia al Coachella o alla sagra della luganega poco importa. 
Però la chiudo qui, devo chiuderla perché non si sa mai che a l'urlo di "fake news" mi bannano il Pier(ef)fect.
In ogni caso tranquilli ché, sebbene siamo tutti in equilibrio dalla dubbia stabilità, e basta un'altra eruzione dell'Etna e frano miseramente, tenere botta ormai è uno stile di vita.




Buon week-end.




20 commenti:

  1. Chiuso per fake news. Sarebbe l'inizio di una bella distopia.
    Comunque ultimamente sono lentino a leggere anch'io. Più che altro ho un sacco di roba da leggere e mi perdo un po' qua e un po' la senza concludere niente.
    Di Rosso Istanbul ne ho sentito parlare molto bene per radio proprio ieri. Poi scrivi com'è quando ci sei :D

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella idea quella distopia, anche se ho paura che non sia poi tanto lontano dalla realtà ;)
      Sicuramente scriverò qualcosa!

      Elimina
  2. Rosso Istanbul spero di vederlo, di solito amo molto i film di questo regista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace e mi piace il suo modo di raccontare :)

      Elimina
  3. Rosso Istanbul non m'attira manco per niente.
    Quanto ai drammi che citi, beh... siamo in Italia, baby.
    Si muore all'estero e si timbra qui.
    Possiamo giusto goderci questo anticipo di primavera, che tra l'altro sta diventando uno dei miei periodi preferiti (però un po' più in là, diciamo da metà marzo).

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei tipo da primavera in effetti!

      Elimina
  4. La canzone di Lorde me l'ero persa, a proposito di procrastinare mi devo rimettere un po' al passo coi tempi. Potrei cominciare con qualcosa di facile, tipo guardarmi la marea di episodi di serie tv che ho in arretrato :D Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon recupero :D Dovrei anche io "darmi da fare"!
      La canzone è nuova. Non male devo dire.

      Elimina
  5. Non tocchiamo il tasto medici obiettori, di Fabo e coppie gay che in questi giorni ho letto cose talmente assurde su Facebook da decidere di andare sull'Etna per un mesetto in compagnia delle volpi e della lava! -.-
    Gente di venti, massimo venticinque anni che invoca Dio per far trovare la retta via a queste anime perdute che non rispettano la vita e i bambini, persone che sostengono Adinolfi, gente che vorrebbe tornare al Medioevo...
    nemmeno la Primavera e i focolai parainfluenzali possono farli calmare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vengo con te su l'Etna!
      Focolai parainfluenzali non suona bene D:

      Elimina
    2. E lo so che non suona bene, ma giusto pochi giorni fa un mio contatto ha pubblicato un articolo di LiveUnict in cui si parlava di molti casi di virus intestinali negli ultimi giorni a causa del clima ballerino :S
      E sinceramente, da brava ipocondriaca emetofobica, 'sta cosa non mi rincuora....

      Elimina
    3. Non sapevo come si dicesse, ma sono emetofobico pure io D:

      Elimina
  6. Ciao Pier...che belli i tuoi post...altro che alcuni giornalisti!
    Hai visto a Trento?! Già...come hai ben scritto tu: i genitori sono coloro che ti avvolgono di amore e si prendono cura di te. Certamente non sarà facile farlo comprendere a tutti, però questo avvenimento è un'apertura verso, si spera, una nuova realtà...un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola e grazie mille. È ora che molti si rendano conto che la realtà ha tantissime sfaccettature e bisogna tutelarle. Un abbraccio a te 😊

      Elimina
  7. i tuoi post migliorano sempre più, sai?

    "Rosso Instanbul" mi ispira moltissimo, ad Ozpetek un'opportunità la si da sempre, e volentieri!

    Della primavera che sta arrivando ho una voglia pazzesca, ed è strano, perché sono per le stagioni fredde di solito, in particolar modo l'autunno con tutte le sue contraddizioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Pata, ci sto prendendo la mano 😊

      Si vede che hai voglia di novità, di luce. A volte il nostro corpo ne ha bisogno e le cerca in cose "diverse" dai nostri gusti.

      Baci

      Elimina
  8. E' un sabato come tanti altri. Scrivo come al solito, ho un po' di articoli da evadere e mi fa compagnia la mia Yankee Candle. All'improvviso un'illuminazione. Chissà qual è la più venduta al mondo. Cerco su Googlesantosubito. E scopro il tuo blog. E, Pierre, che si sappia: io ti amo, anche perché hai recensito Lion e non lo ha fatto nessuno. E perché mi sembra di respirare aria buona e certo non è la Clean Cotton che ho accanto. Torno al mio lavoro di ghostwriter Pierre...ma io te lo volevo dire!
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha credo sia proprio Clean Cotton 😊 Leggevo tempo fa che ne hanno prodotte a tonnellate. Comunque grazie mille di cuore perché qui c'è solo tanta passione e cerco di farla fluire come meglio posso. Vederla riconoscerla per me è come un premio. Un abbraccio!

      Elimina
  9. Accidenti, il titolo del post mi ha tratto un inganno ahahah😁 il tempo delle mie parti è orribile, sto cominciando ad organizzare le vacanze estive e la Sicilia è in pol position. Abbraccio Pier!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha i miei titoli sono sempre ambigui (in parte) doveresti saperlo ;)
      Vieni in Sicilia! Ti aspettiamo :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...