lunedì 6 marzo 2017

|#backtoseries chapter 12|
This is Us top, il fiasco di The Affair, Black Mirror meh e...

Parlare di serie tv è sempre difficile, ché se aspetti il momento che tutte finiscano o quantomeno vadano in pausa per dire la tua, beh, ti tocca aspettare l'eternità. Specie per chi, come me, non placa la propria vena e curiosità telefilmica. Ma la faccio breve questa intro proprio perché ho tante serie tv di cui parlare, ma non voglio ammorbare i non appassionati.
Come sempre vi ricordo che queste sono le mie impressioni, e che tendenzialmente seguo la messa in onda americana, per cui è possibile ci siano degli spoiler, che, per quanto cerchi di evitarli, e non siano il punto di questi post, possono capitare. Statevi accorti.
Anche questa volta vado di classifica e stelline!


⭐⭐⭐⭐⭐

Non ho assolutissimamente dubbi nel dare cinque stelline a This is Us, serie drammatica firmata NBC.



This is us è una serie delicata, emozionante, coinvolgente, ma anche fatta molto bene. Non è una storia diciamo al limite dell'incredibile, anzi è un racconto lineare della vita di una famiglia "qualunque", ma la carta vincente di questa serie è il modo in cui vengono imbastiti fatti del passato con la realtà attuale. Attenzione però non confondete il mio "lineare" con semplice e banale, perché è la storia ha un suo intreccio narrativo da seguire, che ha le sue curve e a volte anche i suoi nodi e i temi che va a toccare sono molto forti, importanti. 
Fino ad ora, e seguendo la programmazione americana mancano due episodi alla fine della prima stagione, non c'è stata una puntata che alla fine non mi abbia lasciato qualcosa, che sia una lacrima, a volte decisamente più di una, un sorriso, qualcosa su cui riflettere o semplicemente il piacere di aver visto una bella serie tv. Anche le puntate che magari all'inizio mi hanno fatto storcere il naso, alla fine mi hanno saputo sorprendere. 
Tutto questo incorniciato da un cast di attori bravissimi. Un telefilm corale, per chi come me era orfano di Brothers & Sisters ad esempio.
So che è stata confermata una seconda stagione e un po' di paura ce l'ho, visto che ultimamente non ho avuto molta fortuna con i telefilm che hanno intrapreso questa strada. Già adesso, come potete immaginare, è una di quelle serie tv che mettono tanta carne al fuoco, per cui il rischio è che poi diventi stomachevole.
Ma vedremo, intanto seguitela ché secondo me merita.


⭐⭐⭐⭐

Quattro stelle (tutte meritate, sia chiaro) le do a The Night Of  - Cos'è successo quella notte?, miniserie di otto puntate che in Italia è stata trasmessa da Sky Atlantic, lo scorso autunno.



Vi dico la verità: con questo telefilm non è stato amore alla prima visione. Ho fatto psicologicamente fatica a seguire una storia che racconta in parte una delle mie paure, ovvero essere incolpato di qualcosa senza poter dimostrare la propria innocenza. Ognuno ha le proprie debolezze, che volete farci. 
La mia amica Simona, che me l'ha suggerita, però ne aveva tessuto così bene le lodi che ho deciso di "forzarmi" e andare un po' oltre le mie personalissime remore e ho un po' superato i miei timori. Ovviamente la storia poi si evolve e mette un po' in secondo piano quello che è il punto di inizio delle vicende e questo ha reso più facile per me la visione. E son stato fortunato perché me ne sarei probabilmente pentito. Superate le prime remore sono finito col fare binge watching per recuperare il possibile, questo per spiegarvi come la storia riesca ad intrigare.  
Se dovessi descriverla a chi non la conosce, direi che The Night of è una miniserie cupa, dura e anche particolare soprattutto per quello che è lo snodo della vicenda. Molti sono rimasti un po' delusi dal finale e io stesso non amo quando nelle ultime puntate appaiono dei personaggi che risolvono la vicenda quasi magicamente, perché questo comporta il fatto che lo spettatore si senta praticamente buttato fuori dal gioco dell'indovina chi, e questo capita in tante serie, non solo The Night of. Ho però apprezzato il fatto che alla fine della fiera non ci fossero vincitori, quanto piuttosto tutti si sono dimostrati portatori di un fardello di colpe. Uno snodo quindi che è perfettamente in linea con tutta la storia. 
Insomma, se non l'avete fatto, recuperatela che pare arriverà una seconda stagione


⭐⭐⭐

Tre stelle invece per Victoria, che ho finito di vedere da così tanto, che quasi me ne scordavo. In realtà sta andando in onda su LaEffe, su Sky, quindi per chi segue la programmazione italiana è tutta roba nuova. Non so però quanto sia conosciuta e seguita qui in Italia.


Dal nome potrete capire facilmente che si tratta di una serie inspirata alla vita della regina Vittoria, e in particolar modo, per quanto riguarda la prima stagione, si concentra sulla sua ascesa al trono e sulla gioventù. Immagino che man mano che la serie (anche se ancora è stata confermata solo per una seconda stagione) andrà avanti, toccherà anche altri periodi di quella che è diventata la seconda reggenza più lunga nella storia del Regno Unito.
Daje tutta Elisabé!
Insomma detta così una serie perfetta per me che amo gli show biografici e storiografici. Nel caso di Victoria però mi è parso che la storiografia andasse un po' in secondo piano rispetto ad una parte più romantica e sentimentale. Questo può essere un minus se considerate che secondo me The Crown ha il perfetto bilanciamento di questi aspetti, cosa per me importante. 
Metteteci pure che all'inizio non ho ben inteso quali fossero gli intenti degli sceneggiatori visto che i personaggi mi sembravano un po' troppo marcati, quasi caricaturali direi. Fortunatamente c'è uno sblocco in questo senso man mano che ho proseguito con le puntate. 
Altri punti a favore sono l'ottima ricostruzione, i costumi, una buona recitazione e il fatto che le puntate tendano a scorrere. Ci sono stati alcuni momenti in cui mi ha annoiato ma non ci sono ingarbugliamenti che creino confusione. 
La regia e l'impostazione mi hanno ricordato un po' Downton Abbey, cosa sempre buona e giusta.
Piccola nota ancora più personale: quanto fastidiosa è la sigla?
Insomma secondo me si merita una chance. Siamo ovviamente diverse tacche sotto The Crown, ma credo che questo Victoria possa maturare.

Tre stelle vanno anche a The Vampire Diaries, in dirittura di arrivo per la chiusura di tutta la serie. 



Già questo fa guadagnare una stellina al telefilm, visto che già a tempo avevano stirato la storia per propinarci stagioni e puntate in più. Il rischio, come è stato nel caso di TVD è che la serie finisca per annoiare e per essere ripetitiva. Già infatti dalla quinta stagione lo show ha subito un calo di ascolti abbastanza brusco, che ha portato questa ottava stagione ad essere la meno vista nella storia della serie. Io come molti mi sono affezionato col tempo ai personaggi, e alle storie agli intrecci romantici e fantastici. Una sorta di rivergination mentale. Si chiude quindi in parte un capitolo, ma andiamo alla ciccia.
Mi spiace per chi segue la programmazione italiana visto che immagino a fatica abbiano evitato gli spoiler, considerando tutta la caciara dei ritorni di questa stagione, ma personalmente, tutto sommato ho apprezzato il ritorno di vecchi personaggi, visto che appunto si tratta della chiusura definitiva, ma la storyline principale alla base di questa ottava stagione non mi è parsa proprio sfavillante, anzi direi un po' noiosa, lenta, impastata in meccanismi triti, soprattutto per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi. Stefan si è confermato l'ammosciapalle di casa Salvatore, mentre Damon per fortuna ha mantenuto un po' di verve lungo tutta la storia. Non mi è piaciuta molto come è stata trattata la parte di Bonnie, che spesso mi ha annoiato e ho trovato davvero sciapa.
Per cui la fine è anche un respiro di sollievo per una serie che ha fatto il suo tempo. 


⭐⭐

Suits si merita due stelle secondo me.



Sesta stagione finita da pochissimo per chi segue la messa in onda americana, e una settima in cantiere per questa estate. Anche loro un po' come The Vampire Diaries hanno arrancato parecchio specie nella prima metà della stagione. Il filone narrativo centrale ormai è un illegal drama: non si vede una causa finita in tribunale da secoli; tutta la vicenda di Mike continua a sguazzare nella illegalità più assoluta, mentre tutti gli altri intrecci per quanto mi riguarda hanno attratto pochissimo il mio interesse. La relazione fra Tara e Louis mi pare semplicemente ridicola, incastrata apposta per allungare un po' il brodo e non far cadere nel dimenticatoio personaggi come Louis che appunto non avrebbero molto altro da dire. Donna che si sveglia adesso e tenta una scalata imprenditoriale con un aggeggio di dubbia utilità è altrettanto inutile per quanto ami il personaggio. 
Un altro twist a fine stagione, come è stato un po' alla fine della quinta, ma ho timore che nella settima ci possa essere poca aria nuova in cucina.

Due stelle e molta perplessità per Black Mirror.


Dico subito che sono due stelle (e non una) da prendere con le pinze, perché non ho finito di vedere le tre stagioni, ma sono fermo alla terza puntata della seconda stagione. Sinceramente non capisco il successo di questa serie di cui avevo sentito così tanto parlare che alla fine ho iniziato a seguirla con molta curiosità e molte aspettative. Quello che ho capito è che alla gente piace molto quando politica, social e mass media vengono criticati, e questo piace alla stessa gente che è attacca a Facebook e Twitter. Poi se l'impostazione è quella di una realtà distopica, si urla al capolavoro. Non ne vedo una logica.
Io me l'aspettavo molto più dark, molto più intrigante e magari con degli accenti horror o comunque disturbanti, ma non ho trovato nulla di tutto ciò in Black Mirror.
Comunque vi dicevo, a me non ha fatto impazzire in primis per il fatto che si tratta di una serie antologica con puntate autoconclusive, dove non hai appunto una consequenzialità nella narrazione e non hai nemmeno gli stessi personaggi per cui non ti ci affezioni, ma anzi, nel mio caso va a troncare l'interesse di proseguire la visione di puntata in puntata.
Altra cosa che non amo (ma non la amo in generale) è l'inserimento di volgarità o scurrilità fine a se stesse, solo per solleticare lo spettatore. Più di una puntata aveva ad esempio dei riferimenti al sesso, e ogni volta mi chiedo, non riuscite proprio a vendervi in altro modo? Evidentemente no.
Aggiungeteci anche che non ho notato scelte registiche particolari, per cui che ne resta? Una grande delusione, un po' di noia e la voglia di non continuare.



Una stella e tanta nevrosi per The Affair, che per quanto mi riguarda, rispetto alla prima stagione è calato a picco. E do una stella perché non ho posso darne mezza, o frantumarla e farne polvere e passare il Folletto. 


La particolarità di questa serie è stata sempre la psicologia dei personaggi, e di come questa si incastrasse in un caso giudiziario di non semplice risoluzione, e di come ogni personalità fosse diversa e fosse vista in modo diverso in base al tipo di relazione che c'era fra i componenti della storia. The Affair era un diamante, e come un diamante non solo era bello da vedere ma era anche sfaccettato. 
Nella terza stagione però questo diamante è diventato un pezzetto di carbone, di quello buono nemmeno ad accendere un fuoco. La storia è diventata aria fritta, non c'è stato un argomento, un inizio da cui lanciare l'intreccio narrativo, ma tutto si è basato sulle paranoie dei personaggi che alla fine ci hanno condotto verso il nulla, visto che risultavano effettivamente scollegate da qualcosa di più concreto ma soprattutto più interessante.
Noah è il centro di tutto, l'unico fra le parti che più o meno evolve, ma l'unica emozione che mi ha smosso è stato un prurito alle mani che passerebbe solo prendendolo a sberle. 
Il resto, fra amanti ed ex, è stato il contorno che lasci al bordo del piatto perché no, non ti va proprio di averci a che fare.
La professoressa ninfomane è poi la ciliegina su una torta che non ha sapore, e come potete immaginare non è di certo lei a darglielo. 
Ecco una serie di mie reazioni pacatissime a fine di un episodio a caso di The Affair:


Devo aggiungere altro?

Volevo fare due menzioni esenti da stelline ma molto sbrigative. La prima va a Big Little Lies, una miniserie che sta andando in onda in America su HBO ma che verrà trasmessa in Italia dal 15 Marzo. 


Fino ad ora sono andate in onda solo due puntate ma mi ha già molto incuriosito. Mi ricorda un po' quello che era The Affair i primi tempi, ma con un guizzo in più, con una punta di Pretty Little Liars. E poi con attrici come Reese Witherspoon, Nicole Kidman e Shailene Woodley, mi aspetto molto. 
Altra menzione va a Feud che è andato in onda proprio ieri, il 5 marzo, e che spero di recuperare oggi. 


Il nuovo lavoro di Ryan Murphy si prospetta molto interessante, e sono anche curioso di quello che sarà il sequel con la seconda stagione intitolata Charles and Diana
Insomma, avrò molte ore da spendere incollato allo schermo, voi intanto fatemi sapere quali sono le vostre serie del momento.
A presto!





27 commenti:

  1. Uno dei nostri grandi amori comuni, io e te ci rincorriamo tra un episodio e l'altro in pratica :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici This is us o... The Affair!? XD

      Elimina
    2. dico in generale le serie TV :D
      The affair... non scherzare coi sentimenti XD

      Elimina
  2. Sulle reazioni alle puntate di the affair so MORTA ahahahah perchè è tutta storia vera, storia vissuta, insulti a go go
    In pratica è l'unica cosa che mi è rimasta di questa serie, i nostri commenti :D

    RispondiElimina
  3. Inizio da Feud: mi piace lo stile dell'immagine, così kitsch-vintage.
    Per il resto non seguo nulla se non quello degli avvocati, lo danno su Italia1 di notte ma non so a che stagione sono. Lo vedo per prendere sonno XD
    Mi interessa Big Little Lies, titolo che -non so se voluto- si accosta all'altro che citi.
    Di Black Mirror mi han detto che è bella la stagione 3.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo che ti fa prendere sonno Suits XD
      Proverò a passare alla terza stagione di Black Mirror, ma non ho grandi aspettative!

      Elimina
    2. Magari è bella peddavèro :)

      Moz-

      Elimina
    3. Vedremo! Intanto ho di meglio. ;)

      Elimina
  4. Ho letto a pezzi e bocconi per non farmi spoilerare!! This is us l'avevo iniziata a vedere, poi però io mi scoccio a cercare gli streaming... e l'ho smessa.. riprenderò!
    Victoria non la conoscevo, la recupererò! Così come devo recuperare anche The Crown!
    The Vampire Diaries l'ho mollato a non so che serie... mentre mi intriga quella con la Kidman!
    E adesso, visto che io arrivo sempre dopo i fuochi... vado con Sherlock!!! ;) Inizio ora la terza serie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, non ci sono molti spoiler, anzi quasi per nulla, proprio per evitare casini.
      This is us merita molto!
      Sherlock non mi ha mai attratto ma chi lo sa più avanti ;)

      Elimina
  5. Finalmente un altro che, come me, non ama Black Mirror!
    All'inizio anche io ero incuriosita da questa serie che tutti decantano ma prima ancora di guardarla ho cercato su Wikipedia le trame e beh....ma che schifo è? Cioè, anche se il messaggio di fondo tanto sbagliato non è (il fatto che la tecnologia ci sta "distruggendo" è in buona parte vero), non capisco le scelte fatte per le varie trame, soprattutto la prima!
    Inoltre in altre puntate cadono troppo nell'assurdo per lasciare una morale...
    No, no, mi rifiuto di vederla!
    Le altre invece non le conosco ma rimedierò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ti dico, sul da vedere per me è anche peggio. Come dici tu il messaggio ci può stare, ma è ovvio che i social, come ogni mezzo di comunicazione (e non solo!!) possono dare e avere risvolti positivi e negativi.
      Poi mi dici cosa recuperi :)

      Elimina
  6. Faccio coming out: molto di rado guardo serie tv. Sono una di quelle persone che preferisco un film di massimo 2 ore e chi si è visto si è visto.
    Detto questo: mi sono persa a leggere i meme della mitica Tina :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa triste è che tutti i meme corrispondono in qualche modo ad un reale commento che ho fatto o avrei voluto fare.
      Ecco, io al contrario preferisco la gestione del tempo in 40 o poco più minuti :D Ma non disdegno i film. Insomma, ho sempre qualcosa da guardare.

      Elimina
  7. Tu non puoi mettere le gif di Tina Cipollari una di seguito all'altra! Poi ci metto mezz'ora di orologio a cercare di non ridere e a leggere il post!!! Comunque... Victoria mi ha ricordato un po' il vecchio film che fecero con Romy Shneider... lo hai mai visto? Invece mi sto attrezzando per Feud, stay tuned!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne sapevo nemmeno l'esistenza ad essere onesto o.o Mi sa che lo recupero.

      Elimina
  8. Uhhh.. che post interesssnte! Alcune serie le conoscevo, altre no. Decisamente non ho tempo oer vederle, ma grazie dei consigli ;)

    RispondiElimina
  9. Nove serie tv!
    E non sei ancora uscito di senno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah devi considerare che magari alcune finiscono ed altre iniziano ;)

      Elimina
  10. Mi ha fatto sorridere la recensione su victoria, il tuo pensiero è totalmente opposto al mio, io la sigla la adoravo, e l'ho preferito a the crown. Però devo ammetterlo, forse hai ragione, è leggermente romanzato. This is us è piaciuto molto anche a me, il resto non le seguo, a parte the affair, ma sono ancora ferma alla prima stagione e devo recuperarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. #commentoperso
      Sì secondo me è abbastanza romanzata/addolcita come serie. The Affair non mi pare una grave perdita.

      Elimina
  11. Black Mirror l'ho AMATA.
    Mi ha distrutto i nervi, eh, ma l'ho amata.

    RispondiElimina
  12. This is us la vera rivelazione dell'anno
    The vampire diaries con l'ultimo episodio si è fatto perdonare alcune stagioni dimenticabili ;)
    Black mirror ho visto solo una puntata, mi pare la terza, non male ma non mi ha agganciato.
    Big little lies fortissimo :D
    amo Suits ma sta perdendo smalto
    The affair l'ho visto per principio, volevo vedere come andava a finire, una delusione pazzesca, forse è guardabile solo la prima stagione, il resto una noia mortale

    adesso aspetto che termini Pretty little liars, la settima stagione di Games of Thrones e che torni Riverdale a ottobre :)
    sono contenta così ;)
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Queen sei sul pezzissimo :D Potremmo fare una serata telefilm insieme! :*

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...